6 modi per riutilizzare i fondi di caffè

DAL BLOG

6 modi per riutilizzare i fondi di caffè

I fondi di caffè sono definiti come gli scarti prodotti dopo aver tostato e consumato il caffè. Tra i rifiuti organici più voluminosi, si stima che ogni anno nel mondo vengano prodotti 9 milioni di tonnellate di fondi di caffè. Con l’aumento del consumo di caffè a livello globale, aumentano anche gli scarti, che in fase di smaltimento in discarica consumano grandi quantità di ossigeno. Ma i fondi di caffè costituiscono un vero e proprio “oro nero”: grazie alle loro proprietà chimico-fisiche, possono essere riutilizzati in molteplici contesti. Scopriamoli insieme in questo articolo!

Riutilizzare i fondi di caffè in casa

A livello domestico, il caffè esausto proviene principalmente dalla moca o dalle capsule. Solo l'1% dei nutrienti contenuti nel caffè finisce nella nostra tazzina di espresso, mentre la rimanente parte è contenuta proprio nei fondi di caffè, tra cui proteine, lipidi, emicellulosa, cellulosa, lignina e sali minerali. La buona notizia è che i fondi di caffè possono essere riutilizzati anche in casa in base ai loro nutrienti. Vediamo come!

 

1. Fertilizzante naturale

Grazie all’azoto contenuto dentro ai fondi di caffè, è possibile impiegarli come concime naturale. Possono essere mischiati direttamente al terriccio oppure cosparsi sulla terra dei vasi. Lasciando in infusione due tazze di fondi di caffè in un secchio d’acqua per 24 ore, è possibile inoltre ottenere un fertilizzante naturale liquido da impiegare direttamente sulle piante. In qualsiasi caso, è fondamentale rimuovere l’umidità dei fondi di caffè per evitare la formazione di muffe; per fare ciò, basterà asciugarli con un panno e conservarli in un contenitore di vetro.  

 

2. Assorbimento degli odori

Conservando gli scarti all’interno del frigorifero o dei cassetti, è possibile neutralizzare gli odori grazie all’azione compiuta dall’azoto presente nei fondi di caffè.

 

3. Scrub per la pelle

Fondi di caffè miscelati all’olio d’oliva possono essere usati per creare una maschera per il viso, grazie alle proprietà esfolianti del caffè. Basterà far asciugare i fondi di caffè a cui aggiungere successivamente l’olio d’oliva, fino ad ottenere una crema fluida.

 

4. Coltivare funghi freschi

I fondi del caffè costituiscono un rifiuto pulito e sterile, grazie alle alte temperature a cui sono sottoposti durante la preparazione del caffè. Ecco perché possono essere riutilizzati come substrato per coltivare funghi freschi fai da te.

 

Il riutilizzo dei fondi di caffè a livello industriale

5. Energia rinnovabile

I fondi di caffè possono essere recuperati e lavorati per generare energia rinnovabile. Tra gli esempi più diffusi, il caffè esausto trova nuova vita all’interno degli impianti di biogas, ossia una fonte di energia ottenuta da biomasse agricole (colture dedicate, sottoprodotti e scarti agricoli e deiezioni animali), agroindustriali (scarti della filiera della lavorazione della filiera alimentare) e la frazione organica dei rifiuti solido urbani. Dagli scarti di lavorazione del biogas si ottengono inoltre i digestati, che possono essere impiegati come fertilizzante naturale per il terreno.

 

6. Materie prime-seconde

Il fondo di caffè proveniente può essere impiegato anche come materia prima-seconda, ossia quelle materie a fine vita che non vengono considerate rifiuto ma al contrario vengono reinserite in nuovi processi di produzione (sottoprodotti). Noi di Coffeefrom recuperiamo il caffè esausto industriale in qualità di sottoprodotto per formare nuovi compound termoplastici riciclati e bio-based, con l’obiettivo di creare alternative circolari ai materiali vergini.


Scopri qui
il nostro ultimo prodotto realizzato dai fondi di caffè

Condividi su